BRIVIDO DI NEVE


Eccesso
di silenzio.
Non escludo di te.

Scomodo
questo tavolo.
Non è fatto per me.

Càpito
a titolo
di una strana passione,
avvolto all’improvviso dalla tua invasione.

Morsico
il pensiero
-non escludo di te-
umido
come l’angolo
più segreto dov’è

docile
ai miei sensi,
ad un soffio lieve,
avvolto all’improvviso da un brivido di neve

e…

e…

Comodo al pensiero
o più scomodo senza di te,
comando questo senso
senza briglia, va da sé;

s’inerpica nel vuoto,
si abbandona su di me
creando un terremoto,
dalla voglia che ho di te,

dall’impulso che riceve,
avvolto all’improvviso da un brivido di neve.


agostino guarino ©

pubblicato nel periodico web Acta Diurna 2009

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...