SILENZIO MATTUTINO


Una luce fioca respira accanto a me.

Noie vertebrali in un giaciglio rosso marmo
e personaggi medievali
che si aggirano e si succedono
sull’eco di nitriti di cavalli baldanzosi,
mandate di portoni
ed affreschi decadenti,
fino a un tempo decorosi.

Il sonno è roba da ignoranti.
Chi veglia riesce a cogliere i segreti dell’eternità.

Un treno di ortensie arrugginite
attraversa garbato il fiordo.
Non si odono merli né allodole
né passeri né altri esseri d’ali.

Un brivido sottile attraversa la pelle:
inequivocabile mistero di un oasi segreta
dal sapore fatato.
Ma è pace ovunque in questo manto prato.

Orfane d’albero, seminate a caso,
confondono i colori di trifoglio e miglio.

Un artista si adagia e disegna un sogno;
ruba un silenzio mattutino,
una preghiera,
un frugale battito,
uno scroscío ruscelloso.

Poche fronde e poche radici:
quanto basta per essere un po’ felici.


agostino guarino ©

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...