UNA LUCE, UNA PAROLA


Coricata sulla sponda, abbassi gli occhi.
Così grande, così sola.

Una luce, una parola…

Una pioggia di meteore intorno a me.
Fucilate di energia.
Sarà il cielo o una magia?

E ancora…
e ancora.

Guarda e dimmi tu.

E distratto dalle luci, alzo gli occhi
e il silenzio che ascoltavo
non c’è più.


agostino guarino ©

pubblicata sul periodico web Acta Diurna 2009

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...