DONNA CHE CAMMINI AVANTI E INDIETRO


Donna che cammini avanti e indietro,
in uno straccio sabbioso,
lungo poco più di un metro,
in un setaccio di pensieri inesistenti,
in un retaggio di abitudini apparenti.
Cosa aspetti?

Forse aspetti il sole,
sotto questo cielo di nuvole veloci,
ossessive e un poco atroci
nell’invadere di vento libecciante
questo chiaro allucinante?

Cosa muovi, più alterata delle nuvole?
Cosa aspetti?

Forse aspetti un figlio
dentro un corridoio d’ostetricia,
senza sigaretta sulle labbra
a mascherare l’impazienza?
l’incessante andirivieni
ha fatto un solco alla tua assenza.

Estenui le tue gambe
ed il tuo corpo turbolento
con incidere inquietante
più di un foglio dentro un vortice di vento.

Finalmente torni a letto
a sollevare la noiosità di un gesto
che ai presenti ha rivelato molto presto
il tuo essere funesto,
il tuo comico e maldestro camuffare
il tuo modo di aspettare.


agostino guarino ©

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...