GUARDO LA LUNA


Guardo la luna
e penso di te.

Guardo la luna e penso.

Sono in viaggio, sono il tempo,
sono in viaggio contro il vento.
Sono qui, senza una casa
e la mia casa è il sentimento.

Sono in viaggio contro tutti,
contro tutto e contro me.
Sono qui, davanti al cielo
e penso a te.

Io che arrivo da lontano,
io che arrivo dalla notte,
sono un upupa diversa dalle altre.

Non ho ali bianche e nere
e sono stanco di volare.
Se mi dai riparo, mi potrei fermare.

Guardo la luna
e penso di te.

Sono un vento che bestemmia,
che scoperchia ogni capanna;
una tempesta di energia, la mia virtù,

che spaventa chi mi trova
e che travolge pure me.

È per questo che vorrei
aspettare te.

Sono l’albero che muove
le sue foglie e lascerà
uno passato di colore,
se qualcuno lo vorrà.

Sono un angolo di sete,
sono un attimo da bere,
un’onda fresca, forse breve
o un’onda che non finirà.

Guardo la luna e penso
…e penso di te.


agostino guarino ©

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...