LUCCIOLA DI MAGGIO


Scendi all’ombra della sera
e cammini tra le siepi
delicatamente, austera,
voli, persa tra i divieti.

Approdata dal tuo viaggio,
arenata dai motivi,
alimentando il tuo coraggio
in estenuanti “sopravvivi”.

Lucciola di maggio,
trasparente e luminosa,
fuggi nomi di passaggio su di te.

Fuggi dallo sfruttamento,
dal disagio di un momento,
fino al tiepido imbrunire,
quando spegni la tua luce per dormire.

Tenero, il tuo cuore
non ha posto per l’amore,
per eventi troppo forti,
lacci in gola e cieli storti

o ricordi troppo assenti
di passioni trasparenti
in mezzo a tutto questo vento
che confonde questo tempo

e i tuoi magri filamenti
vanno avanti resistenti
verso l’alba che crescendo
dà conforto al tuo vivendo

fino al prossimo imbrunire,
quando spegnerai la luce per dormire.


agostino guarino ©

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...