DI SPALLE


Ora ti vedo solo di spalle,
ma sono le tue spalle.

Ora, che le mie mani
non sanno più di te
e mi stanno strette in tasca
e tremo quasi,
accarezzando il viso,
non so più dove sono;
ora, che sto perdendo il tuo sorriso.

E di altre facce
sconosciute ai miei occhi,
e soprattutto al mio cuore,
dovrò vivere.

Ma non so come riuscirò
a baciare nuove bocche,
con la tua dentro di me;

a sedermi piano
su altri sonni in un divano,
a dividere bambini,
come si faceva insieme,
a giocare di nascosto
con chi non capirà più,

a pensare che anche tu
potrai fare senza me
e dovermi accontentare
di rivivere da solo
la mia intensità violenta,
la mia volontà di dare.

Ci sarà una donna attenta
che a te mi saprà rubare
e dovermi domandare
…che punteggiatura usare.


agostino guarino ©

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...