È SOLO NOSTALGIA


E non importa se ci si perde,
-noi voleremo sopra le città-,
se quel semaforo non è più verde,
io ti darò la mano;

e quante volte ho visto quel bambino,
sempre le solite bugie,
ali bagnate in mezzo alle foschie
di questo cielo strano.

E non importa se il vento è forte,
se le distanze non si accorciano mai,
da dove arrivano queste onde,
da dove arriva il cielo

e quanti stabili pericolanti
-si può giocare con la povertà-
Stanche politiche debilitanti!
Non servono parole.

E non importa se l’orizzonte si disintegra,
se quando guardo le mie mani se ne va
su queste eccentriche pianure d’aria tiepida,
senza pensare più al domani che verrà.

È forse colpa mia
se questo cuore ormai non si modifica.

E non importa se andiamo avanti
-c’è brutto tempo sulle asperità

con queste regole perseveranti,
con questi troppi errori.

e le moderne tecnologie,
le passeggiate dai buoni odori…
Gettiamo al vento tutte le poesie
e questi verdi fiori.

E non importa se l’orizzonte si disintegra,
se le cicale in giro cantano così.
Evoluzioni di un universo che precipita
e fa volare le mie ali via di qui.

E non importa se l’orizzonte sa distendere
questi colori e la mia mente fino a te.
Questi vestiti li lascio soli, al loro genere,
fra le pareti di qualcosa che non c’è.

Oh, è solo nostalgia,
ma questo cuore, ormai, non si modifica.
È solo nostalgia.
Questo motore, sai, non si modifica.


agostino guarino ©

Annunci