METODI NORMALI


Il mondo scivola
e mi cade sotto i piedi.
Il cielo sbriciola
due nuvole di pane ai marciapiedi.

Gioco.
un po’ per rilassarmi,
un po’ per non pensare
a quello che potrebbe capitare.

Sento
il mutare delle cose, come un cane.
L’avvento
di momenti sconosciuti e nuove frane.

Dormo
tra le presenze assenti del domani.
Sogno
un futuro che mi scoppia tra le mani.

Cambiano le cose,
gli aspetti della terra.
Cambiano le armi
ma non cessa mai la guerra.

Cambiano le mode,
le amicizie, le immondizie,
troppe scatole di plastica
in una drastica abitudine

di approdare a qualche cosa
tra il benessere e l’incudine
che fronteggia l’abbondanza
di una lieta solitudine

di egoismo e di baldanza,
in tutta questa moltitudine
di sondaggi e di querele,
di ricatti e ragnatele

che consumano i momenti
che sarebbero altrimenti
disturbati dal calore
di un abbraccio o di un colore.

Sentimenti quelli. Veri;
da immolare ai cimiteri
delle anime disperse,
quelle buone, quelle oneste,

quelle semplici. Come un tempo
che si dava senza chiedere,
che il capirsi era l’intendere
il bisogno di qualcuno,

anche se era poi nessuno
e non avrebbe scritto niente,
sopra i muri o sui giornali,
perché il “fare gentilmente”
eran metodi normali.


agostino guarino ©

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...