ONDE


Saltano di gioia
o forse di rabbia.
non si placano,
si sormontano,

si destreggiano,
emergono,
s’involano,
si sommergono,

riemergono,
si incrociano,
si impattano,
si distendono
e ripartono.

Si gonfiano di vento e di sole,
si aggrovigliano
e provano a levigare.
Ignorano sguardi,

sbeffeggiano ali,
rumoreggiano ancora
e si calano in una finta tregua
che somiglia ad una quiete

ma non è che una veglia
a sentinella delle nuvole,
quando ad un loro cenno,
tra il silenzio e i sassi,

pronti a parare i colpi,
ripartono in baldanza,
senza mai riposo,
senza mai speranza.


agostino guarino ©

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...