TERRE CHE NON AMO


Righe di ferro
a fare barriere al vento.

Ridicole difese,
inconsistenti,
davanti a figure di pini lontani
sporcate di cemento
e luci spente di veicoli pagani.

Terre che non amo,
lasciatemi passare
per arrivare a mondi più lontani,
per arrivare alle sue mani.

Spoglie carnivore
e timorati coppi e bastioni d’eroi…

Nulla vedrò lontano
se non le frasi dette poi:
«Se fossi stato un altro…
Se avessi avuto prima la sua mano…».

Terre che non amo
lasciatemi passare,

apritemi le strade
per arrivare a luoghi più lontani,
per arrivare prima alle sue mani,
alle parole che più amo.


agostino guarino ©

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...