AURORA


Potresti essere più dolce
ed abbracciarmi lentamente
senza gridare ad alta voce,
accarezzare la corrente.

Potresti uscire più discreta
e non sorprendermi da solo
con qualche straccio messo in fretta
per aspettarti qui sul molo.

Potresti rendere anche magico
qualche momento insieme a lei,
come un miracolo astrologico
sull’orizzonte che vorrei.

Potresti dare una canzone
a questo mare che si muove.
Potresti dare una canzone
a questo cuore.

Potresti emergere in silenzio,
senza offendere il mio umore,
con meno nuvole e meno vento
e note che non fan rumore.

Potresti dare a quelle sagome
simboli e forme che vorrei,
ed inventarti nuove favole
che mi raccontino chi sei.

Potresti andare via veloce,
aria leggera sul mio cuore,
farmi tornare a questa pace,
come ritorna il pescatore.

Potresti dare una canzone
a questo mare che si muove:
l’emozione che trasmetti
a chi ti vuole.

Potresti andartene via presto
nebulizzando questa luna,
lasciando al sole tutto il resto,
ad ogni airone la sua piuma.

Potresti correre in silenzio,
dietro le curve delle ali
e fare sciogliere in un momento,
alla radice, questi mali.

Ora ti guardo mentre sali
tra le coperte di domani
e con un bacio mi regali
la tua bellezza tra le mani.


agostino guarino ©

pubblicata sul periodico web Acta Diurna 2009

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...