CUORE DI PRUA


Luci di porto
fuochi di nebbia;
voci che il vento si porta via.
Nella stanza luce fioca di tempesta
d’indecifrabile energia,
delinea un viso già segnato,
un sigaro spento e mezzo consumato
dalle furie del passato,
unico elemento di compagnia.

Fuori si muove
Maggio di vento
tra le reti algose di una notte fa.
Come giocano i timoni sulla cresta,
che movimento!
scalpita l’ormeggio
e nonostante tutto, resta.

Cuore di prua
Mari e deserti abbiamo attraversato
fino a che tutto ci sembrava bello,
fino a che il tempo non ti ha soffocato.

Vecchio pirata, alua,
sarà che l’universo ti ha passato.
Ti muovi storto, quasi di lamento
come se il vento t’avesse preso il fiato.

Calma il cielo, sogno di un eroe.
Dentro gli occhi un solo amore.

..e in quello sguardo che le rughe hanno affilato
scorre ciò che è stato
e ti violenta l’anima.

Cuore di prua
mari e tempeste abbiamo raccontato
noi scherzavamo contro la paura.
Due gladiatori in cerca di passato.

Amico d’avventura
viaggiare soli non ci ha spaventato
fino a che tutto ci sembrava bello,
fino a che il tempo non ti ha soffocato.

Calma il cielo, sogno di un eroe.
Dentro gli occhi un solo amore.

Vecchio pirata,
che aspetti l’alba
e sai di ogni nodo la verità
i tuoi segreti
legano il giorno
ironia e dispetto dell’età,

con mani forti al sole
reggi le insegne del tuo tempo
frenando il sale di un momento.
e lasci i crucci al grigio
che al vento si spaventa
e gli occhi al cielo che diventa.


agostino guarino ©

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...