DI QUESTO LIMITE


Come per incanto dal mio cuore sento che
basterebbe un po’ di vento per portarti via da me
e guardando indietro, alla ricerca di perché,
tra gomitoli di vetro, cerco un filo che non c’è.

Nonostante sia già tardi, lascerò ancora un momento
ai riflessi più bugiardi che strapazzano il mio tempo.
In un’estate senza voglie, perché tarda ad arrivare,
mi rinnovo con le foglie e trovo il modo di parlare

e i rimorsi che non sanno dare luce alle mie strade;
le tue lacrime non fanno asciugare le rugiade.
Ormai noi siamo al limite di questo limite.

Torti e convinzioni: inevitabili cortei.
Controbattere opinioni non è quello che vorrei.
Se ne vanno via col tempo e coi capelli i sogni miei:
vuoti d’animo che sento navigare insieme a lei.

Questo vivere banale, questa gente che divora
senza gusto -e lo fa male-; non ha peso né misura.
Così adesso anch’io mi stanco, soffocato dagli spray
ed il continuare “a branco” mi è difficile, lo sai

e tra poco andrò a cercare qualche bozza di sorriso,
perché voglio cancellare queste ombre dal mio viso.

Ormai noi siamo al limite di questo limite.
Ormai noi siamo al limite di questo limite.
Si, noi siamo al limite di questo limite, ormai.


agostino guarino ©

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...